CINISELLO, ARRESTATI EX SINDACO E COMPAGNI

CINISELLO, ARRESTATI EX SINDACO E COMPAGNI

Milanoeoltre.org – CINISELLO BALSAMO. Su Cinisello Balsamo si è abbattuto un terremoto giudiziario che, al momento, ha coinvolto diversi autorevoli personaggi del Partito Democratico cittadino fino al 2018 alla guida dell’Amministrazione Comunale.
Il provvedimento restrittivo ha riguardato l’ex Sindaco (2013 – 2018) Siria Trezzi attualmente consigliere comunale, e che fino a venerdì ricopriva anche il ruolo di Consigliere Delegato alla mobilità in Città Metropolitana.
Assieme alla ex primo cittadino del PD è stato arrestato anche il marito, Roberto Imberti storico dirigente del PD cittadino e in precedenza Assessore e Vice Sindaco di Cinisello Balsamo nel periodo 2004 – 2009,  ma successivamente impegnato in diverse iniziative imprenditoriali.
Agli autorevoli esponenti del Partito Democratico cinisellese la Guardia di Finanza ha notificato il provvedimento degli arresti domiciliari emesso dalla Procura della Repubblica di Monza con l’accusa di corruzione: stessa misura restrittiva è stata adottata nei confronti del noto imprenditore immobiliare della città Paolo Cippelletti, proprietario di grandi aree ed immobili in tutto il territorio cittadino.

Indagini iniziate nel 2016
Anche nei confronti dell’attuale Segretario Cittadino del PD Ivano Ruffa, già assessore ai lavori pubblici con l’ex Sindaco Trezzi, e all’ex consigliere comunale Franco Marsiglia, già Segretario Cittadino PD fino a marzo 2014, sono state eseguite misure cautelari con obbligo di firma giornaliero.
L’indagine, portata avanti dalla Procura di Monza, ha visto le sue origini nel 2016 con visite della Guardia di Finanza presso l’Ufficio Tecnico del Comune e riguarda sostanzialmente il capitolo della politica urbanistica di Cinisello Balsamo susseguente all’approvazione nell’ottobre del 2013 del P.G.T., tra l’altro rimasto poi non realizzato nei successivi anni del mandato Trezzi.

Le accuse della Procura
Il fulcro dell’indagine è il meccanismo di compensazione urbanistica utilizzato per acquisire a patrimonio pubblico le aree cittadine del Parco del ‘Grugnotorto’ di proprietà della Fondi Rustici Spa di Paolo Cipelletti, che si è visto attribuire un notevole incremento degli indici edificatori sulle sue aree di proprietà e in un altro caso nella rivalutazione di un terreno agricolo da 6 milioni a 16 milioni di euro, inserendo il terreno ricevuto dal Comune (ex Ovocoltura) ai margini nel progetto di ampliamento dell’ex Centro Commerciale Auchan.

Nell’aula del Consiglio Comunale tra il 2013 e il 2018 le allora forze di opposizione cercarono di osteggiare gli accordi prodotti dal PGT portando l’ex Consigliere dei 5 Stelle Giancarlo Dalla Costa a presentare anche un esposto alla magistratura.

Interrogatori in giornata
Nella giornata di oggi (Lunedì 22 giugno)  sono previsti gli interrogatori di garanzia nei confronti degli indagati.

Nel frattempo l’attuale Sindaco di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi (Lega), ha comunicato l’intenzione di costituire una commissione d’inchiesta  “per fare luce e chiarezza sugli atti che hanno fatto scaturire gli arresti e sul documento urbanistico approvato dalle precedenti amministrazioni”.
Per il Sindaco Ghilardi il compito della commissione che sarà da lui presieduta e formata da tecnici estranei alle vicende: “avrà il compito di eseguire anzitutto una “due diligence” sui piani urbanistici, non solo del recente passato” e come da lui espresso “ci aiuterà ad assumere decisioni non solo legittime, ma politicamente consapevoli rispetto a quanto accaduto sullo sviluppo urbanistico del nostro territorio”.

TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Serve aiuto?
Inviaci una segnalazione o un suggerimento, grazie.