I parchi di Milano diventano ‘zona rossa’

I parchi di Milano diventano ‘zona rossa’

Milanoeoltre.org – MILANO. La popolare Settimana Enigmistica ha sempre pubblicato un cruciverba con la foto del particolare di una determinata città al fine di indovinarne il nome. Adesso vi chiediamo: guardando le foto in alto e in basso credereste mai di essere nel cuore della grande Milano?
Eppure è così: il consigliere del Municipio 3 di Milano Marco Cagnolati, ancora una volta, ha denunciato alle autorità comunali che il verde pubblico è oramai divenuto di “gestione privata”.

Una sorta di ‘occupazione abusiva’ che non presenta però le caratteristiche della protesta, ma semmai solo dell’arroganza.
Il criterio usato dagli occupanti per difendere il ‘proprio territorio’  è quello della pretesa, della violenza e della mafiosità. 
I cittadini che intendono andare a passeggio per il parco devono stare attenti a non invadere la ‘proprietà degli abusivi’ perchè altrimenti, oltre ad insulti e alle offese, rischiano la violenza fisica. E’ già accaduto, la nostra non è un’ipotesi e neanche allarmismo.
Il Consigliere di quartiere Marco Cagnolati ha ancora una volta avvisato tutte le autorità competenti del Municipio 3 e del Comune di Milano:
La zona è ostaggio di alcune persone senza fissa dimora che stazionano all’interno di baracche abusive che si sono costruite minacciando passanti e frequentatori del parco” scrive con assoluta chiarezza Marco Cagnolati al Sindaco di Milano Beppe Sala e a tutti i suoi più stretti collaboratori istituzionali.
Tutto tace. I milanesi non ne possono più, eppure le denunce e le segnalazioni sono puntuali, chiare ed inequivocabili.
Marco Cagnolati infatti scrive: “
Di questi personaggi, senza dimora, tra il laghetto di via Feltre e la zona di Parco Lambro adiacente a via Crescenzago, ne ho personalmente incontrate almeno 5 durante un mio sopralluogo nello scorso weekend”.
Cagnolati racconta anche di episodi di violenza tra gli occupanti abusivi e i cittadini del quartiere e che per evitare il degenerare della situazione è stato necessario l’intervento dei Carabinieri del 112.
Quanto Marco Cagnolati chiede al Municipio 3, ed anche ai vip della politica di Palazzo Marino, è “che si intervenga mediante controllo ed identificazione di questi individui, rimozione ed abbattimento delle baracche presenti, ed accompagnamento degli occupanti abusivi presso le apposite strutture dell’Amministrazione Comunale atte al ricovero dei soggetti in questo tipo di situazioni”. 

TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (1 )
Serve aiuto?
Inviaci una segnalazione o un suggerimento, grazie.