Non parte il biglietto unico a San Donato

Non parte il biglietto unico a San Donato

Giacinto Calculli, Cesare Mannucci e Luca Vassallo

Milanoeoltre.org – San Donato Milanese. Lo scorso anno il consiglio comunale di San Donato aveva promesso ai cittadini residenti a Certosa, Di Vittorio e via Parri il riconoscimento di un loro giusto diritto.
Sembrava un regalo di Natale per i pendolari sandonatesi e a scrivere la ‘letterina a Babbo Natale’ erano stati i consiglieri di opposizione di Forza Italia Giacinto Calculli e Luca Vassallo con il prezioso contributo di Cesare Mannucci del Gruppo Misto.  Ma sentiamo da un loro comunicato cosa è accaduto:  “Integrazione tariffaria: sono passati ormai più di quattro mesi e ancora nessuna risposta è arrivata per i residenti a Certosa, Via Di Vittorio e Via Parri. Era infatti il 17 dicembre quando il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione per l’utilizzo del biglietto unico integrato per il passante ferroviario dalla Stazione di Borgolombardo verso Milano”.
I tre efficienti consiglieri di opposizione aggiungono inoltre “Capiamo tutti i problemi derivanti dall’emergenza Covid-19, ma ora si sta cercando di tornare alla normalità e la gestione dei trasporti pubblici, contingentati e distanziati, diventerà una questione di non secondaria importanza, quindi una risposta è quanto mai urgente”.
“Prima di Natale, infatti, il vicepresidente del consiglio comunale Giacinto Calculli ed il consigliere Cesare Mannucci hanno presentato in aula la mozione che chiedeva appunto di risolvere il problema che impedisce di utilizzare il biglietto unico da 2 Euro se si parte dalla fermata di Borgolombardo del Passante, fermata che risulterebbe secondo Trenord interamente nel territorio comunale di San Giuliano Milanese”.
“Le cose, a nostro modesto avviso, non sarebbero proprio così. – Chiriscono i consiglieri che sollecitano la Giunta Comunale ad intervenire – E’ assodato che l’ingresso della struttura della stazione, sul lato di via Di Vittorio, sia nel territorio comunale di San Donato ma, da alcune nostre verifiche, addirittura risulta che anche parte del sedime ferroviario (cioè almeno un binario) si trovi sul territorio di San Donato Milanese”.
Calculli e Mannucci sottolineano inoltre che “Il Sindaco, intervenendo nel dibattito che ha anticipato la votazione finale, ha espresso la sua adesione favorevole alla richiesta avanzata da Forza Italia e dal Gruppo Misto, ritenendo anche lui che la situazione attuale penalizzi ingiustamente gli oltre 8 mila sandonatesi dei quartieri limitrofi alla stazione di Borgolombardo.
Questi infatti sono costretti a pagare 2 euro e 40 centesimi se utilizzano il passante dalla stazione di Borgo o, in alternativa, a prendere i mezzi di superficie in via Di Vittorio o lungo la via Emilia per raggiungere il terminal della MM3 o la stazione Fs di Rogoredo per accedere al Passante senza sovrapprezzo.
Vogliamo quindi sollecitare una decisione attesa da un terzo dei cittadini di San Donato”.

TAGS

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )
Serve aiuto?
Inviaci una segnalazione o un suggerimento, grazie.